• RSS
  • youtube
Home  -  Scienza  -  Dieta
    • 05-08-2014 15:47
    • Condividi

    Pesce povero cercasi, l'estate è la stagione giusta per riscoprirlo

    Razza stellata, muggine, murena, sugarello, potassolo, aguglia, boghe, alacce, musdele, melù o potassoli sono specie di gran pregio organolettico, convenienti perché poco richieste (prezzo medio al kg di 5 euro), che abbondano nei nostri mari e il cui consumo può contribuire a ridurre la pressione sulle specie che risultano più sfruttate

    di ADNKRONOS

    • 05-08-2014 13:22
    • Condividi

    Alimenti: italiani e sprechi a tavola, 8 su 10 non gettano cibo

     

    Roma, 5 ago. (AdnKronos Salute) - Italiani amici degli avanzi e nemici dello spreco. O almeno così sembra, stando ai risultati di un sondaggio che vede ben 8 connazionali su 10 lontani dalla pattumiera al termine di pranzi e cene. A fotografare l'atteggiamento del Bel Paese nei confronti del cibo è il Movimento difesa del cittadino (Mdc) che - in occasione della prima Giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare, voluta dal Ministero dell’Ambiente il 5 febbraio scorso - aveva lanciato un sondaggio sui temi dello spreco. E le conclusioni, pubblicate oggi, sembrano essere piuttosto incoraggianti.

     

    Si spreca cibo poco o raramente e sono verdura (33,5%), avanzi cotti (25,1%), frutta (15,6%) e pane (15,1%) gli alimenti che più spesso finiscono la loro vita nel cestino della spazzatura, seguiti da formaggi, latte, carni e pesce. Ma gli avanzi vengono spesso trasformati in nuove ricette o congelati (63,1%) oppure destinati all’alimentazione animale (17,3%). Rimane però un 19,6% del campione che ammette di gettare nel cassonetto gli avanzi di pranzi o cene, troppo abbondanti o non graditi.

     

    Ma i cittadini potrebbero fare di meglio: sebbene sempre con la lista della cose da comprare in mano (il 34,1% dichiara di portarla con sé regolarmente, mentre se ne ricorda 'spesso' il 40,8%), vanno a fare la spesa con poca regolarità. Circa la metà del campione (46,9%), infatti, va al supermercato una volta a settimana, correndo così il rischio di non poter pianificare quanto consumerà durante la settimana, accumulando prodotti freschi che se non consumati per tempo si trasformeranno in rifiuti.

     

    Eppure, per evitare inutili sprechi - ricorda Mdc - basterebbe controllare regolarmente la data di scadenza e 'scaglionare' i cibi da consumare nell'arco della settimana in base ad essa. Un piccolo accorgimento che, tuttavia, solo il 30% del campione mette in atto: oltre il 46% infatti lo fa solo quando ha necessità di consumare il prodotto, mentre un 6% addirittura non si pone minimamente il problema, dichiarando di non controllare mai questa importante informazione presente in etichetta.

     

    I dati, pur premiando l'avversione per gli italiani nei confronti dello spreco, confermano comunque la necessità di lavorare molto sul fronte dell’educazione e responsabilizzazione del consumatore. E proprio per affrontare questo impegno, il Movimento difesa del cittadino è entrato a far parte del team di 'Fusions', progetto europeo che punta a un uso più efficiente delle risorse per una riduzione dello spreco alimentare. Partito nel luglio 2012, ha una durata di 4 anni (fino a luglio 2016) ed è finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del settimo Programma quadro.

     

    Fusions conta 21 partner provenienti da 13 Paesi, riunendo università, istituti di informazione, associazioni di consumatori e aziende.

     

    di ADNKRONOS

    • 05-08-2014 11:41
    • Condividi

    Intossicazioni alimentari, 8 regole per evitarle

    Il caldo aumenta i rischi di malesseri legati alla cattiva conservazione degli alimenti. Ecco come difendersi

    di Redazione

    • 01-08-2014 12:30
    • Condividi

    Sei sazio? Te lo dice l'istamina

    Individuato dai ricercatori dell'università di Firenze il meccanismo con cui il cervello "segnala" di non avere più fame

    di ADNKRONOS

    • 28-07-2014 16:23
    • Condividi

    Pressione alta? Metti una zebra nel menù

    La carne dell’equino africano sta per arrivare sulle tavole d’oltremanica: secondo alcuni studi aiuterebbe a ridurre l’ipertensione

    di Angelo Piemontese

    • 22-07-2014 11:10
    • Condividi

    Se la patata (fritta) inganna

    Un'associazione di consumatori denuncia all'Antitrust tre produttori di chips surgelate: "Slogan sommari e descrizioni superficiali, contro le norme europee"

    di Redazione

    • 21-07-2014 16:37
    • Condividi

    Soylent, la brodaglia ipernutriente che sostituirà qualsiasi cibo

    Una startup americana ha ideato un preparato in polvere che garantisce di soddisfare il fabbisogno nutritivo di un'intera giornata

    di Fabio Deotto

    • 21-07-2014 11:20
    • Condividi

    Il glutine amico dei celiaci

    Grazie a modificazioni provocate con il calore, non scatena intolleranza: lo hanno messo a punto ricercatori italiani, ispirandosi a un'antica tradizione pugliese

    di Daniela Mattalia

Loading...

Speciali

Video Hot